“Essere o dover essere? Il dubbio amletico, contemporaneo come l’uomo del neolitico. Nella tua gabbia 2×3, mettiti comodo. Intellettuali nei caffè, internettologi, soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi. L’intelligenza è démodé, risposte facili, dilemmi inutili”. Parte con semplice pluck  ‘Occidentali’s Karma’, la canzone vincitrice di Sanremo 2017 cantata da Francesco Gabbani.

Occidentali’s Karma – Francesco Gabbani

Volevo partire analizzando la parte tecnica della canzone dal suo BPM, agli strumenti utilizzati, metriche, ritmiche, ma la musica è emozione non tecnica. Certo serve anche la tecnica per spiegarla. Ma non in questo caso perché la tecnica può servire, ma non è musica!

Occidentali’s Karma ha un testo leggero e giocoso che allontana i problemi degli Italiani, che hanno bisogno di distaccarsi da tutto questo. Noi abbiamo bisogno di allegriafreschezza. Si è stanchi di sentimenti falsi e maschere, perché la chiave di volta non sta in un testo dove c’è la parvenza di tristezza e nostalgia. Certo rimane, ma poi evapora.

Il grande successo è questo: riuscire ad allontanarsi dai problemi della vita quotidiana e vivere serenamente.

Occidentali’s Karma – Francesco Gabbani

Sanremo ha sempre prodotto canzoni difficili da capire senza un vissuto vero, per questo Occidentali’s Karma mi ha spiazzato, con la sua genuinità. La voce di Francesco Gabbani piace perché ci mette a contatto con la realtà e non ci distacca.

Siamo stufi, di ascoltare canzoni tristi, dove l’amore è andato via, dove non tornerà mai più o non è corrisposto. Sono il primo che le ascolta, ma non è quello che ci fà andare avanti, anzi ci blocca nel passato e per questo non ci aiuta. Diciamolo chiaramente: l’Italiano vuole divertirsi!

Occidentali’s Karma – Francesco Gabbani

Questa canzone di Francesco Gabbani è una ventata di allegria in un mondo grigio, dove il ritorno al primordiale è la cosa più saggia mai pensata è realizzata, siamo gorilla con bisogni e necessità, ma mascheriamo la nostra esistenza partendo da sensazioni che non ci appartengono. Per non parlare dei ruoli e dell’ identità che interpretiamo.

Qui bisogna esorcizzare la noia del tempo moderno. Non preoccupiamoci troppo di cosa pensano gli altri, alla fine son persone anche loro.

Certo, l’idea del gorilla venne prima realizzata da Howard Jones e il testo della canzone mi richiama alla memoria la canzone propositiva di Mia Martini – La musica che gira intorno, ma ricordiamoci che è nel cambiamento che troviamo la forza di andare avanti.

Vi lascio qui sotto il testo della canzone di Francesco Gabbani:

Essere o dover essere
Il dubbio amletico
Contemporaneo come l’uomo del neolitico
Nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo
Intellettuali nei caffè
Internettologi

Soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi
L’intelligenza è démodé
Risposte facili
Dilemmi inutili.
AAA cercasi (cerca sì)
Storie dal gran finale
Sperasi (spera sì)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma
Occidentali’s Karma
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma
Piovono gocce di Chanel
Su corpi asettici
Mettiti in salvo dall’odore dei tuoi simili
Tutti tuttologi col web
Coca dei popoli
Oppio dei poveri.
AAA cercasi (cerca sì)
Umanità virtuale
Sex appeal (sex appeal)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain.
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Occidentali’s Karma
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Quando la vita si distrae cadono gli uomini.
Occidentali’s Karma
Occidentali’s Karma
La scimmia si rialza.
Namasté Alé
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Occidentali’s Karma
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma

Buon ascolto se ancora non lo hai fatto:

 

Comunque vada panta rei

 

Grazie a Stefano N. per gli spunti sociologici

 

Per restare sempre aggiornato puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook o Google+ e leggere i miei articoli via RSS. Dimenticavo, puoi seguirmi anche su Instagram!